Un ebook sullo stalking

Alessia Sorgato oltre ad essere un’amica e una collega, è anche una che scrive un sacco.
Da anni, poi, si occupa di stalking e reati che si consumano in ambito familiare.
Ha scritto un ebook per Penale.it-Antonio Tombolini, molto interessante.

Posted in Ebook | Tagged , , | Leave a comment

neXt > Perché la Carta dei diritti Internet non serve a niente

In queste ultime ore è stata approvata una prima bozza della Carta dei diritti di Internet. Si tratta di un’iniziativa fortemente voluta, in particolare, dal Presidente Boldrini e da Stefano Rodotà.

 Non si intende mettere in dubbio la necessità di una Rete libera, tanto meno la buona fede dei proponenti. L’iniziativa, però, presta il fianco a tre critiche a mio modo di vedere non banali, non facilmente superabili.

Nessun organo costituzionale, in particolare legislativo, ha delegato tale attività che aspira a regolare qualcosa, per cui sarebbe particolarmente lecito dire “non in mio nome”.

Le regole (cogenti) per Internet esistono già (es.: dati personali, commercio elettronico, tutela del consumatore, ecc.) e, molto spesso, sono di origini comunitaria, dunque tendenzialmente uniformi almeno in ambito UE.

Con la Carta si pretende di normare un mero “mezzo” (Internet non è un “luogo”), per di più con aspirazioni da legislatore planetario, cercando di imporre le proprie regole ad altri Paesi, muovendo da un Paese ad istituzioni sovranazionali, laddove dovrebbe accadere il contrario.

Allora, non sarebbe meglio evitare anche gli sprechi di commissioni inutili e promuovere fattivamente, senza alcuna pretesa di dettar legge, le libertà fondamentali che prescindono dai mezzi di comunicazione?

Posted in Diritti digitali, neXt | Tagged , , , | Leave a comment

Controllo dei fumi

Un testimone, pur incalzato dall’avvocato, può domandare se il legale abbia fumato qualcosa senza che il Presidente del Collegio intervenga.
Poi, sulla querela del legale, il pm chiede l’archiviazione.
Succede, in Italia.

Posted in Giustizia | 1 Comment

Per gli ebook di Penale.it

Per la collana gli ebook di Penale.it, oggi è uscito “I reati tributari”, di Antonina Giordano.
Chi volesse saperne di più, segua questo link.

Posted in Ebook | Tagged , , | Leave a comment

Dediche dal passato

Ieri ho ritrovato questa

(su questo)

Posted in Personali (i.e.: OT) | Tagged | Leave a comment

neXt > Cosa ci insegna la storia delle foto rubate ai vip

Lunedì 1° settembre è partito neXt quotidiano, ma ne ho già parlato.
Il giorno dopo ho scritto il mio primo, piccolo contributo, credendo in un prodotto nuovo, non tenuto all’obbedienza verso i grandi gruppi editoriali.
E’ una scommessa anche per me.
Ecco il mio primo contributo, telegrafico.

(da neXt quotidiano del 2 settembre 2014)

Doveva accadere, prima o poi. Qualcuno sospetta si tratti di una trovata pubblicitaria o che le cose non siano andate esattamente come riferito in prima battuta. Sta di fatto che il problema c’è, eccome: ed ha le sue belle implicazioni giuridiche. Parlo del “Celebgate”: centinaia di account riconducibili ad altrettante VIP violati e saccheggiati, con conseguente diffusione di migliaia di immagini (fotografie e video) intime.

Ma cos’è il “cloud”? Pochi lo sanno, eppure lo abbiamo tutti sul nostro smartphone, sul nostro computer. Cloud significa nuvola e il “cloud” è, appunto, un sistema composto da nuvole-spazi Web nei quali vengono caricati e decentrati tutti i nostri dati affinché li possiamo raggiungere da qualsiasi dispositivo. La posta elettronica, in certe sue specifiche configurazioni, ne è il primo esempio, non è difficile capirlo. Il problema è che ben pochi sanno di mettere in cloud i propri dati perché i nostri sistemi sono spesso impostati per farlo di “default” e senza che l’utente ne sia consapevole. Spesso, peraltro, è possibile evitare tali funzionalità soltanto andando a scavare nei meandri del sistema.

Ma, a ben vedere, indipendentemente dai precisi contorni della vicenda che rimane un po’ fumosa ed ambigua, lo “scandalo” sta avendo due effetti positivi. I produttori di software (delle app per smartphone, in primis) si troveranno costretti a rivedere i propri prodotti, rendendoli più sicuri, in un certo qual modo più “etici”. Gli utenti, invece, da oggi saranno più consapevoli e non esiste alcuna politica di sicurezza senza, appunto, consapevolezza. Brutto da dirsi, ma la tecnologia non è per tutti.

Posted in neXt, Privacy e dati personali, Reati informatici, Sicurezza informatica | Leave a comment

Giorgio Rognetta ci ha lasciati

Giorgio Rognetta, Pisa anno 2000

Pisa, 2000, convegno CGT (grazie a Fabrizio Sigillò)

La notte tra venerdi’ e sabato e’ morto Giorgio Rognetta, avvocato reggino, studioso, docente ed esperto di diritto dell’informatica ed informatica giuridica. Classe ’64, come me.

No, questo non e’ un epitaffio. Preferisco vederlo come un onesto amarcord.

Ho conosciuto, telematicamente, Giorgio circa vent’anni fa. Si’, perche’ gia’ nei primi anni ’90 ci si poteva conoscere soltanto telematicamente, non di persona. Sembrano interazioni dell’ultima ora, dei social, invece era gia’ così tanto tempo addietro, vent’anni dell’era internettiana. Avevamo legato subito. Vuoi, forse, in quanto coetanei.

Eravamo insieme dentro le mailing list di Tiziano Solignani, eravamo gli *juriani*. Il *salotto* era quella più divertente perche’ si parlava di diritto e tecnologia in modo sempre molto rilassato e informale.

1997, se non ricordo male. Per una serie di motivi (tra cui la balzana decisione di un giudice felsineo), Jura si trovava costretta a chiudere o, quanto meno, a ridimensionarsi, parecchio.

Cosi’, nel 1998 nasceva il Circolo dei Giuristi Telematici, su iniziativa di Francesco Brugaletta, Luca Ramacci e proprio Giorgio Rognetta. Nomi che non hanno bisogno di presentazioni.

Con Giorgio ci siamo conosciuti personalmente qualche anno dopo, nel 1999, a Pontremoli, ad un convegno dove lui era relatore.

Poi, nel 2000. Il primo convegno del Circolo: indimenticabile (cosi’ come il conto del ristorante indicatoci da un innominabile circolista – e i circolisti piu’ anziani sanno di cosa parlo…).

E, ancora, tante altre cose che neppure ricordo.

Credo di averlo incontrato l’ultima volta ad Otranto, nel 2004, ad un convegno organizzato anche dal Circolo.

Che dire di Giorgio? Che era uno “avanti”, senza dubbio. Oltre al Circolo, aveva fondato Zaleuco, uno dei primi siti giuridici italiani. Era un grande esperto di firma digitale, documento informatico e processo telematico. Ho ancora il suo testo del 1999. Ma aveva i suoi numeri anche in penale. E’ stato uno dei primi iscritti alla lista di Penale.it.

Si occupava molto anche di diritto e disabilita’, promuovendo, tra gli altri eventi simili, il relativo convegno del Circolo. Era il 2005.

Leggendo il suo sito, mi sono accorto che ha fatto e scritto ben piu’ di quanto sapessi. C’e’ appuntato tutto su quelle pagine e non sono poche.

Meta’ anni 2000. Poi e’ cambiato molto, anche a livello di rapporti personali. Abbiamo preso le nostre strade, talvolta opposte, e molti di noi si sono persi, complice, anche, qualche malinteso che, ora, rimastico con un amaro retrogusto.

Giorgio era piuttosto schivo, sicuramente un vero animo modesto, sempre un *signore*.

Con lui se ne va una parte di noi.

Una preghiera.

Posted in Personali (i.e.: OT) | Tagged , | 3 Comments

neXt quotidiano

1° settembre 201, nasce neXt quotidiano, la nuova creatura di Alessandro D’Amato & C. con la quale ho un accordo di collaborazione.
QUI qualche info in più.
In un momento difficile non soltanto per l’editoria cartacea, ma anche per quella elettronica (ricordo i drammatici numeri dei pure playsers), l’approccio “work in progress” mi sembra quello più onesto e – paradossalmente – lungimirante.
In bocca al lupo a tutti.

Posted in Internet e stampa, Personali (i.e.: OT) | Tagged , , , | Leave a comment

Playstation vs. Twitter

Alessio Cerci sul Corriere (dove, a giudicare dal titolo, gli credono ciecamente)

«Stavo giocando alla Playstation, qualcuno è entrato su Twitter e ha scritto una cosa falsa. Ho ricevuto tantissime chiamate, tantissimi messaggi, mi ha chiamato anche l’addetto stampa del Torino ma io sono letteralmente cascato dalle nuvole. Comunque provvederà, vediamo chi è entrato nel mio profilo. La password ce l’ho solo io, non capisco come sia potuto accadere. Non esiste al mondo una cosa del genere, di mercato si può parlare ma io non l’ho scritta e non l’ho neanche cancellata. Andrò per vie legali».

No words…

Posted in Varie | Tagged , , | Leave a comment

Veri e falsi segreti

Ieri, su Repubblica, è uscito un articolo assai allarmistico sulla sicurezza delle nostre trasmissioni telematiche e telefoniche (queste ultime, ove instradate – come è oramai usuale – via IP).
L’allarme sarebbe contenuto in un dossier “segreto” del Garante per le tutela dei dati personali inviato al governo.
Il punto sarebbe la vulnerabilità degli Internet eXcenge Point (IXP), in poche parole gli “snodi”, gli “svincoli” delle comunicazioni telematiche.
Stamattina, purtroppo non ricorso su quale emittente radiofonica, ho sentito la voce di Andrea Monti, col quale mi trovo spesso d’accordo.
In estrema sintesi:
- il dossier è tanto “segreto” che lo sanno anche quelli di Repubblica (e, soprattutto, esiste veramente?;
- gli IXP risultano ben protetti, ma il problema è la “chiusura”, la “segretezza” dell’hardware (specie nella sua componente firmware) perché così non possono essere rilevate eventuali “porte” di accesso non documentate e predisposte dal produttore hardware a fini indefiniti.
In buona sostanza Andrea ci vuole dire che non esiste alcun sistema sicuro se non è totalmente conosciuto o conoscibile. E l’”open” rappresenta l’unica via.
Difficile non essere d’accordo.

Posted in Sicurezza informatica | Tagged , | 1 Comment