Play it again, Levi – UPDATED

Tempo addietro ho segnalato un remake del cd. “Levi-Prodi” di cui tanto si parlò un annetto fa.
Fresco fresco di assegnazione alla Commissione Cultura (sebbene in sede referente), ora è disponibile anche il testo del nuovo ddl (C-1269), ma va sempre seguita la scheda per monitorare gli sviluppi. Questa volta Ricardo Franco Levi, orfano del suo Governo, fa tutto da solo.
Si parte sempre dalla definizione di prodotto editoriale (art. 2):
1. Ai fini della presente legge, per prodotto editoriale si intende qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione, di formazione, di divulgazione o di intrattenimento e destinato alla pubblicazione, quali che siano la forma nella quale esso è realizzato e il mezzo con il quale esso viene diffuso.
2. Non costituiscono prodotti editoriali quelli destinati alla sola informazione aziendale, sia ad uso interno sia presso il pubblico.
3. La presente legge non si applica ai prodotti discografici e audiovisivi, fatti salvi i casi in cui tale applicazione sia espressamente prevista
“.
Purtroppo, come in passato, mi non pare di leggere distinguo.
Soltanto con riferimento all’iscrizione al ROC che “rileva anche ai fini dell’applicazione delle norme sulla responsabilità connessa ai reati a mezzo stampa” (art. 8), si precisa che “sono esclusi dall’obbligo dell’iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione i soggetti che accedono alla rete internet o che operano sulla stessa in forme o con prodotti, quali i siti personali o a uso collettivo, che non costituiscono il frutto di un’organizzazione imprenditoriale del lavoro“.
In effetti, detta precisazione non esisteva nel testo del 2007. Pur apprezzando lo sforzo, mi sembra ancora poco. Da un lato perché la definizione di prodotto editoriale è, come ammesso anche nella relazione, generale e onnicomprensiva, dall’altro perché la formula dell’art. 8, che parla espressamente di responsabilità, mi sembra ancora ambigua e non diretta al punto. Altrimenti detto, sebbene il nuovo testo sia inequivoco nell’escludere certe responsabilità tipiche della stampa (direttore, editore, stampatore), può dirsi altrettanto per oneri come quello della registrazione la cui violazione potrebbe condurre al reato di “stampa clandestina” come accaduto a Carlo Ruta?
La mia risposta è… nì. Riporto il testo dell’art. 7: “l’iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione è condizione per l’inizio delle pubblicazioni dei giornali quotidiani e dei periodici, e sostituisce a tutti gli effetti la registrazione presso il tribunale, di cui all’articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47. Sono fatti salvi i diritti già acquisiti da parte dei soggetti tenuti a tale registrazione in base al citato articolo 5 della legge n. 47 del 1948“.
Se io, blogger, non ho un’organizzazione imprenditoriale (come succede nella stragrande maggioranza dei casi), non sono tenuto all’iscrizione al ROC (ai blog fa espresso riferimento anche la relazione). Se l’iscrizione al ROC è sostitutiva della registrazione della testata presso il Tribunale (che scomparirà?), allora posso dire di non essere tenuto all’una e all’altra. Ma questa tesi stenta non poco a venir fuori. Occorre un coordinamento di norme, viste anche nel loro insieme, non immediato, non alla portata di tutti. E quando la legge non è chiara, il pericolo è sempre dietro l’angolo.
In poche parole, io avrei cercato di essere più chiaro.
Questa la mia prima lettura della domenica mattina. Sono certo che altri sapranno approfondire.

Aggiornamento del 15 novembre 2008, ore 11:10: Aggiorno il post, una settimana dopo, perché, dopo l’articolo di Luca Spinelli su PI, il “caso” è montato parecchio sulla scorta di considerazioni che non condivido.
Visto che tutti linkano questo mio post e ben pochi si sono presi la briga di considerare anche le mie precisazioni a seguito del pezzo su PI, informo che il mio pensiero non è fatto soltanto di quanto scritto sopra, ma di altri due distinti post (e, comunque, dei relativi commenti a mia firma):
- Non sono del tutto d’accordo
- Ddl editoria: one more thing

Posted in Internet e stampa and tagged .

134 Responses to Play it again, Levi – UPDATED

  1. Bel lavoro. Non sono d’accordo su un punto, però.

    Sono esclusi dall’obbligo dell’iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione i soggetti che accedono alla rete internet o che operano sulla stessa in forme o con prodotti, quali i siti personali o a uso collettivo, che non costituiscono il frutto di un’organizzazione imprenditoriale del lavoro

    Qualsiasi sito che contenga banner, anche di google adsense, o un blog come quello di Beppe Grillo (con tanto di redazione e vendita prodotti) rientra nella definizione di impresa (C.C. Art. 2082, 2082). Lo ha detto più volte l’agenzia delle entrate. E perciò, se questa legge passa: ci sarà teoricamente l’obbligo di registrazione al ROC per tutti i suddetti siti e, soprattutto, come previsto dall’art. 8 del DDL, l’estensione a loro dei reati a mezzo stampa.

    In due parole: solita legge confusa all’italiana che darebbe un enorme potere di intimidazione.

    LS

  2. Daniele says:

    Son d’accordo a metà.
    Il banner, di per sé, non fa organizzazione imprenditoriale del lavoro.
    Su Beppe Grillo, invece, concordo. Come avrei dubbi, ad esempio, anche per Macchianera e, in genere, per blog collaborativi.

  3. Son d’accordo a metà.

    vado a memoria, più tardi cerco meglio la fonte specifica. essendo l’apposizione di banner (anche adsense) prestazioni pubblicitarie *continuative*, si ricade nell’attività d’impresa.

    LS

  4. Spiegandomi meglio, mi sembra che la definizione di imprenditore sia un po’ piu’ complessa. Ma quando trovi il materiale seganalo.

  5. sì esatto è così. in questo contesto l’attività di impresa sussiste perchè pubblicare banner implica per forza di cose anche: predisporre un sito, riempirlo di contenuti, aggiornarlo, promuoverlo nei network/motori di ricerca, avere una vetrina sempre aperta e introiti costanti (la normativa non fissa minimi ma parla di occasionalità o meno delle prestazioni), ecc. vale ancor più quando insieme alla pubblicazione di notizie sul blog si promuove un qualsiasi servizio. ovviamente tutto ciò è interpretabile, ma imho è questo il problema. ;)

  6. Gianni says:

    Se si estende il “reato a mezzo stampa” anche per i blog che utilizzano banner, chiaro che dobbiamo estendergli anche i contributi spettanti alla stampa…

    Ergo: un qualsiasi blogger che mette su un giornalino a costo zero può andarsi a chiedere migliaia di euro di contributi.

    Son certo che prima di fare una passo del genere (nella pratica) i nostri bravi legiferatori ci penseranno due o tre volte.

    Per tutti gli altri che invece fanno soldi con il blog e parlano di temi giornalistici senza firmasi con nome e cognome prevedo una fuga all’estero su server sicuri.

  7. Pingback: Vogliono farci incazzare ? | Daniele Colo'

  8. Questione rilevante: il blog posizionato su provider USA è soggetto a queste strampalate norme? Grazie per la risposta.

  9. Pingback: La Camera manda avanti il DDL anti-blog « GmG’s Weblog

  10. Pingback: riesumata la norma anti-blog? « Il blog di Mario A.

  11. Pingback: Kataweb.it - Blog - latavolarotonda » Blog Archive » Un dd anti-blog?

  12. Michelangelo says:

    Grande Daniele, lurko sia in lista lex che sul tuo blog, il tuo lavoro è indispensabile per noi informatici/bloggers (ma anche no) a digiuno di leggi

  13. Daniele says:

    @Nadali
    Io, personalmente, non penso che il server all’estero sia la cura per tutti i mali. Proprio no, specie se consideriamo che una determinata attivita’ ha un certa sede in Italia, indipendentemente dall’allocazione dei servizi che usa.
    In poche parole, non esiste una *legge del server*.

  14. Pingback: youblob.org - Torna la legge sui blog.

  15. Pingback: Dario Salvelli’s Blog » Blog Archive » Scrivi un blog? Sei un imprenditore!

  16. Pingback: ldenews.info » Blog Archive » Franco Levi II: il ritorno dell’ammazzablog

  17. Pingback: La Camera manda avanti il DDL anti-blog - Forum di Tom's Hardware Italia

  18. Pingback: Internet News - L’America di Obama e i blogger. Mentre in Italia si riparla di Tasse per siti e blog

  19. Pingback: Censura: saranno fuori legge i blogger italiani? | AleksFalcone.Org

  20. Gianni says:

    @Daniele:
    riguardo la “legge del server” (la vogliamo ribattezzare così? :D )

    il Governo come potrebbe applicare, nella pratica, eventuali sanzioni?

    Facciamo qualche “caso”:

    A-Sono italiano, vivo in italia, il mio sito è un riflesso della mia attività.
    In questo caso verrei beccato subito…

    B-Sono italiano, vivo in italia, il mio sito non è a mio nome e hostato all’estero, scritto in varie lingue, italiano compreso.
    In questo caso chi cercano?

    C-Sono italiano ma vivo (non risiedo) all’estero.
    Ho un sito e un’attività all’estero, su server estero, il sito è in lingua locale e riflette la mia attività.
    …?

    D-Sono (non-italiano), vivo e risiedo nel mio paese e ho un server in italia.
    Mi fanno pagare?… direi di no, altrimenti altro che perdite economiche…

    La “legge del server” secondo me: difficile multare qualcuno che gestisce il suo sito in remoto prendendo accorgimenti adatti, specie se il sito si trova in territorio che prevede il blocco solo per reati gravi…

    Ma poi, quanto ci metteranno le aziende e i privati italiani a trasferire la sede ufficiale 10 km oltre confine, magari in francia?
    Basta un monolocale in affitto…

  21. Pingback: Riceviamo e pubblichiamo - Vogliono CHIUDERE i Blog | IdV Fermano

  22. Pingback: lasek.blog » Arriva il bavaglio anche sui blog

  23. Pingback: No all’ammazza blog || Attenzione: ci riprovano con la leggi Anti-Blog « Trasparente

  24. Pingback: Il ritorno del disegno di legge sui blog - Vittorio Pasteris

  25. Pingback: Levi ci riprova: riproposta la legge che burocratizza la rete | L'Olandese volante

  26. Pingback: » Non sono del tutto d’accordo » :.:.: (il blog di) Daniele Minotti

  27. Pingback: Tentativo di censurare i blog, il governo ci riprova « Neclord’s Den

  28. Caro Minotti,
    un lettore del mio blog mi ha indirizzato da queste parti. La ringrazio di cuore.

    Come ringrazierò di cuore chiunque s’impegni affinchè la rete mantenga la sua tipicità: democrazia del pensiero, libertà nella scrittura.

    Senza vincoli, senza intoppi burocratici. E per questo spaventa. Soprattutto chi ha fatto del controllo dei media una base fondamentale su cui costruire il potere.

    A presto, la invito sul mio blog. Domattina segnalerò il suo lavoro e questa notizia.

    Wil

  29. Daniele says:

    Grazie per la menzione. Peraltro, proprio oggi, ho scritto un post di chiarimenti per dire che non sono allarmista come l’amico Spinelli.

  30. mario says:

    ingrazierò di cuore chiunque s’impegni affinchè la rete mantenga la sua tipicità: democrazia del pensiero, libertà nella scrittura.

    Senza vincoli, senza intoppi burocratici. E per questo spaventa. Soprattutto chi ha fatto del controllo dei media una base fondamentale su cui costruire il potere.

    dice Wil. Ha ragione. C’è chi non pubblica banner e chi può permettersi la registrazione. Ma quello che cambia è la natura di internet e quella libertà che fa tanta paura ai condottieri del Popolo omonimo.

  31. Pingback: » Blog Archive » A volte ritornano

  32. Pingback: Non sono del tutto d’accordo - di Daniele Minotti « Trasparente

  33. Pingback: Il Levi perde il pelo ma non il vizio! | etiaccazero : ifconfig realworld up!

  34. Pingback: CoRobi :: Ancora un DDL ammazza-blog ? :: November :: 2008

  35. Pingback: attenti a quello che dite! - blog e censura | Ibrid@menti

  36. Pingback: DDL sulla riforma editoriale e Blog. Se ne torna a parlare « Gli Appunti del paz83

  37. Pingback: NO ALL’AMMAZZA BLOG!!!! « Ah! Gli Alieni!

  38. Pingback: Il ritorno del ddl “Levi-Prodi”, l’ammazza blog! « A Ruota Libera

  39. Pingback: La Camera manda avanti il DDL ANTI-BLOG « Solleviamoci’s Weblog

  40. darmix says:

    il pdl è stato assegnato in commissione (cosa obbligata, tutti di pdl debbono essere assegnati dalla Presidenza della Camera), ma non ancora calendarizzato, e dato che non mi sembra fatto proprio da un Gruppo
    parlamentare, mediante formale dichiarazione del rispettivo Presidente, cosa che imporrebbe l’obbligo di essere iniziato dalla Commissione entro e non oltre un mese dalla assegnazione, potrebbe benissimo (imho) non essere mai discusso in questa legislatura :-) (L’ordine di esame dei progetti di legge in Commissione si conforma alle
    decisioni adottate in applicazione delle norme del capo VI sulla organizzazione
    dei lavori che dice: Il programma dei lavori dell’Assemblea è deliberato dalla Conferenza dei presidenti di Gruppo per un periodo di almeno due mesi e, comunque, non superiore a tre mesi.)
    Insomma decidono a maggioranza i preidenti dei gurppi

  41. darmix says:

    il pdl è stato assegnato in commissione (cosa obbligata, tutti di pdl debbono essere assegnati dalla Presidenza della Camera), ma non ancora calendarizzato, e dato che non mi sembra fatto proprio da un Gruppo
    parlamentare, mediante formale dichiarazione del rispettivo Presidente, cosa che imporrebbe l’obbligo di essere discusso dalla Commissione entro e non oltre un mese dalla assegnazione, potrebbe benissimo (imho) non essere mai discusso in questa legislatura :-)
    (L’ordine di esame dei progetti di legge in Commissione si conforma alle
    decisioni adottate in applicazione delle norme del capo VI sulla organizzazione
    dei lavori che dice: Il programma dei lavori dell’Assemblea è deliberato dalla Conferenza dei presidenti di Gruppo per un periodo di almeno due mesi e, comunque, non superiore a tre mesi.)
    Insomma decidono a maggioranza i presidenti dei gruppi.
    Rimandato per errori vari :-)

  42. darmix says:

    ah scusa poi volevo aggiungere, dato che vedo che si raccolgono già firme, che è un pdl, alla camera i ddl indicano un testo normativo presentato dal Governo.

  43. Pingback: Tutti i blog in manette? | Gad Lerner

  44. Pingback: NBT: Il DDL 1269 passeggia alla Camera in Commissione Cultura

  45. Pingback: Ma che male vi hanno fatto i Blog? « Blog del circolo online del PD “Barack Obama”

  46. Ciao.. interessante questo post! L’ho scelto per la prossima puntata Post-iT, in onda su C6.TV
    SE VUOI INTERVENIRE DURANTE LA DIRETTA, PARLANDO TU DIRETTAMENTE DI QUESTO POST E DEL TUO BLOG IN GENERALE, CONTATTAMI IL PRIMA POSSIBILE!
    L’autore,
    Daniel Enrique C.

    ◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘
    QUESTO ARTICOLO è STATO SCELTO PER LA PUNTATA DI POST-IT DEL 12 NOVEMBRE.. in diretta alle 11:20 su c6.tv (la registrazione la troverete poi su c6postit.blogspot )

    Grazie per l’interessante articolo.

    Chiunque voglia segnalare un post letto o scritto troverà nel nostro blog
    c6postit.blogspot un ottimo strumento per amplificare le proprie idee.
    Aspettiamo tuoi appunti e segnalazioni su altri articoli interessanti.!
    ◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘
    ◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘ C6.TV ◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘
    Oltre 1500 ore di diretta con la partecipazione di 3000 utenti.
    Ha segnato alcuni record dell’informazione via Web
    riuscendo ad avere in streaming
    12000 utenti in contemporanea!… 200 000 nella stessa giornata!
    C6.tv è informazione in diretta fatta da ogni luogo e da ogni persona.
    Realizzata con strumenti alla portata di tutti come Skype e videofonini.
    Permette a chiunque voglia di produrre contenuti video e di proporli ad un pubblico di utenti attivi.

  47. Pingback: » Ddl editoria: one more thing » :.:.: (il blog di) Daniele Minotti

  48. Pingback: Salviamo i blog dal decreto DdL Levi-Prodi : segni e disegni

  49. Pingback: Ritorna l'inquietante decreto Levi che rischia d'imbavagliare la Rete | 0.2

  50. Un blog come il mio, come me migliaia e migliai in Italia, quale fine farebbe qualora passasse il DdL?

    Buona giornata

  51. Pingback: [FREE YOUR MIND] » Archive » Ancora?!?! Levi - Prodi versione 2.0

  52. Pingback: Buraku » Me gavì roto i cojoni, diocan

  53. gianfalco says:

    Ottimo post per completezza e chiarezza: l’ho linkato alla mia vignetta di oggi e messo a disposizione un banner per protestare.
    Ciao e grazie.

  54. emanuele says:

    “1. Ai fini della presente legge, per prodotto editoriale si intende qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione, di formazione, di divulgazione o di intrattenimento e destinato alla pubblicazione, quali che siano la forma nella quale esso è realizzato e il mezzo con il quale esso viene diffuso. ”
    Io non leggo nessun riferimento ai blog,anzi con la dicitura “qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione, di formazione, di divulgazione o di intrattenimento e destinato alla pubblicazione” esso riguarda tutto il web,perchè dovrebbero essere esclusi i forum?Le pagine web?Gli aggregator-blog?Credo sia peggio di come si prospetti in realtà

  55. Daniele says:

    Certo. Come ho spiegato in un post di oggi, quello dei blog era soltanto un esempio se vogliamo molto *popolare*

  56. Pingback: Tira (di nuovo) una brutta aria per i blogger

  57. Pingback: Una legge soffocherà blog e Web in Italia? « яe@l..qu’y a-т-il de plus vяai

  58. orso castano says:

    Io non leggo nessun riferimento ai blog,anzi con la dicitura “qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione, di formazione, di divulgazione o di intrattenimento e destinato alla pubblicazione” esso riguarda tutto il web,perchè dovrebbero essere esclusi i forum?Le pagine web?Gli aggregator-blog?Credo sia peggio di come si prospetti in realtà

    non solo ma se il blog contiene banner di onlus , quindi senza fini di lucro, puo’ essere considerato un’impresa che promuove a fin di bene ? Questa legge e’ pericolosa!!!

  59. Pingback: » La Levi-Prodi riemerge dagli abissi

  60. Pingback: E’ ufficiale: stanno facendo la legge sulla chiusura dei blog! « Udeis

  61. Ho un Alfa Romeo con cui giro da anni, naturalmente sia di prua che di poppa vi è il “Marchio” Alfa Romeo quindi faccio pubblicità ad una famosa casa automobilistica, devo risponderne all’Agenzia delle Entrate?

  62. axel says:

    L’indeterminazione delle leggi affila le armi del potere. Nel caso specifico, qualunque attività in rete (ivi compresa quella di scrivere le presenti note) si configurerebbe come attività di impresa, in quanto benchè il sottoscritto non riceva alcun compenso per la sua attività la mera collaborazione con un sito (o blog o forum o qualunque prodotto che preveda la realizzazione di interventi scritti) si configurerebbe come attività lavorativa. A maggior ragione, se i blog divenissero prodotto editoriale, si configurerebbe la necessità di determinare anche conttrattualmente il rapporto fra il direttore editoriale del blog e i suoi collaboratori… fate un po’ voi…

  63. Pingback: eGazette Italia » DDL anti blog

  64. Pingback: Libertà e Web: Assalto Geriatrico 2, la Vendetta » MenteCritica

  65. Pingback: Luigi Cassolini » Legge antiblog.

  66. Pingback: www.lucabartoli.info - BBLOG » Blog Archive » Free Blogger.

  67. Pingback: DdL Levi - Prodi « Anidride carbonica

  68. Pingback: Asdamente.it

  69. Pingback: Sta per tornare la legge ammazza blog: che facciamo stiamo zitti? « L’isola che c’é

  70. Pingback: DDL anti blog « Ilcomizietto

  71. Pingback:   Quando il fascismo arriva da sinistra — BlogtortorA

  72. Pingback: Torna la legge ammazzablogger: quando chi scrive le leggi, non sa di cosa parla… | sicoblog.com

  73. Pingback: free blogger | noiduepercaso

  74. Pingback: Bavaglio alla rete: ci riprovano!!

  75. Pingback: blogs.it: l’oscena proposta di legge… per i portali di partito « The Million Portal bay

  76. Pingback: blog.it: l’oscena proposta di legge… per i portali di partito « The Million Portal bay

  77. Fabio Castellucci says:

    Grazie delle note.
    Sei pacato e preciso…

    PURE TROPPO!

    Ma perchè porsi tutte queste “sagge” domande e non impostare la questione in modo più semplice:

    PERCHÈ NEI PAESI DEMOCRATICI TUTE QUESTE SEGHE MENTALI NON CI SONO?

    PERCHÈ LE STESSE QUESTIONI IN:

    USA
    FRANCIA
    GERMANIA
    GIAPPONE
    INGHILTERRA
    FRANCIA
    SPAGNA
    ECC.ECC.

    NON ESISTONO?

    E tutti si fanno i loro blog, belli o stupidi, eleganti o rozzi, veritieri io falsi come Giuda…

    SENZA CHE NESSUNO GLI ROMPA IL CAZZO?

    PERCHÈ???

  78. Marusca says:

    Si può CONCRETAMENTE fare qualcosa per impedire l’approvazione di un disegno di legge così palesemente antidemocratico? C’è la petizione on line da firmare ma non sarà l’ennesimo buco nell’acqua, come per la maggior parte delle petizioni? Con la rete il passaparola si può sfruttare ai massimi livelli ma ma oltre a ciò potremmo muoverci verso qualcosa di più incisivo!

  79. Pingback: Procida – Procida. Free Blogger - da beppegrillo.it

  80. Vittore says:

    io credo che una protesta popolare, forte e decisa possa far in modo di evitare questo scempio.

  81. Pingback: Anche questo Blog aderisce a “Free Blogger!” - Mario Ragona

  82. Pingback: Se tutti i blogger del mondo si dessero la mano… « la via della cultura

  83. paolina says:

    quindi la segnalazione è partita da qui, grazie.. :)
    ma che due palle!!!!
    un saluto

  84. Pingback: Grulli di tutti i giorni « Open World

  85. Nessuno è obbligato a cliccare su un adsense di Google e se nessuno clicca nulla si prende. L’importante è non obbligare alla visione di questi banner per la visione dei contenuti.

  86. Pingback: Vocescuola - Basta poco per mettere il bavaglio ai blogger

  87. Pingback: PARALLELO41 » Archive » Messaggio a blog unificati

  88. Pingback: Stampa libera » Blog Archive » Free Blogger

  89. Pingback: Growing censorship « Needless Thought

  90. Pingback: Free Blogger: Il nostro governo cerca di uccidere la rete con la burocrazia « Piedofilia: Blog L’interno dell’agnello

  91. Pingback: Liberate i blogger. Una firma per sospendere il ddl sull’editoria | Partecipativo

  92. Pingback: Legge Levi/Veltroni: un bavaglio ai blogger | QuickTips

  93. Pingback: Se tutti i blogger del mondo si dessero la mano… | Edge's blog

  94. Pingback: Vogliono chiudere i blog « zebrabianconera10

  95. Pingback: Ammazza Blog (punto-informatico) « I Silenti

  96. Pingback: Levi-Prodi: come ti giustifico una censura | ULTRA STUDIO Blog

  97. Pingback: Levi-Prodi: come ti giustifico una censura | Reset Italia

  98. Pingback: No alla Legge Levi/Veltroni, Blogger Uniamoci… : mdblog.it… il Blog di Massy Aka mdnet

  99. Pingback: Salviamo i Blog, Salviamo la rete. No al DDL 1269!! : mdblog.it… il Blog di Massy Aka mdnet

  100. Pingback: Levi ci riprova con il ddl sull’editoria e la blogsfera è subito in allarme at il blog di Luca Lodi

  101. Pingback: DDL Editoria « BRETELLALOG

  102. Pingback: DdL C. 1269 : L’ammazza BLOG - RIVOLUZIONE « Geeketto

  103. Pingback: In azione! Invio mail alle Commissioni Parlamentari I, II , V, VI - 18 Novembre « Ammazzablog - Sito ufficiale del Facebook’s group “Salva i Blog! No al DdL C. 1269″

  104. Pingback: Ci risiamo | Tekné

  105. Pingback: ldenews.info » Blog Archive » Salva i Blog! No al DDL C.1269: prima iniziativa

  106. Pingback: Continua la campagna! Invio mail alle Commissioni Parlamentari IX, X, XI XIV e per le questioni regionali « Ammazzablog - Sito ufficiale del Facebook’s group “Salva i Blog! No al DdL C. 1269″

  107. Giuliano says:

    Interessante articolo e interessanti riferimenti, ti ringrazio per averli condivisi con noi.
    Non commento la porcata per evitare di scrivere volgarità….
    ciao e grazie.

  108. Daniele says:

    Ma discutere si puo’ comunque.
    Certo, le volgarita’ ce le riserviamo al bar magari davanti ad un bel drink.
    Grazie per questa piccola attenzione riservatami.

  109. Daniele says:

    Ah, guzzista… Interessante. Il mio collega di studio e’ un guzzista sfegatato.

  110. Pingback: Arezzo – Free Blogger

  111. Pingback: This Week on MA.GNOLIA « /home/kOoLiNuS

  112. Pingback: Legge “ammazza-blog”: un parere fuori dal coro « C A N D I D O

  113. Pingback: Kataweb.it - Blog - latavolarotonda » Blog Archive » apriamo il dibattito per chiarire e chiarirci

  114. Pingback: » Blog Archive » LEGGE ANTIBLOG

  115. Pingback: Mail mandata agli On. Bachelet, Ceccacci e Coscia

  116. Pingback: Speciale: Di Pietro parla del Disegno di Legge Anti-Blog e della Rete | DelfinsBlog (Guido Arata)

  117. Pingback: » LEGGE ANTIBLOG Parte 2

  118. Pingback: RSS Feed Aggregator » Inventiamo qualcosa per fermare i BLOGGER!

  119. Pingback: » La Camera ed il DDL anti-blog il Blog di SARO CERRA: Consigliere Comunale del Comune di RIPOSTO

  120. Pingback: Very Important Blogospherian 2008 | WebGarden

  121. Pingback: Le notizie dalla rete del novembre 2008 | Giannisilei.it

  122. Andrea says:

    Non ho capito una cosa da questa legge antiblog . Ma la registrazione la devono fare quelli che hanno il dominio con il loro nome tipo http://www.ilmionome.it oppure la devono fare anche coloro che usano lo spazio web fornito dal proprio ISP ? Mi pare molto semplice comprendere che se io registrassi il mio sito al Roc che è una cosa personale e priva di banner e un domani il mio ISP da webalice mettesse webtelecom per esempio io dovrei registrarlo di nuovo ?
    Mi pare veramente fuori luogo comunque paragonare il blog di Grillo alla maggioranza dei blog che ci sono in rete visto che in pochi si esprimono cosi !! Con tutte le cose che ci sono da fare quella legge è l ultima cosa che devono fare visto comunque che il resto del mondo cerca di aprire le porte alla rete e non come noi che le stiamo chiudendo ..

  123. Pingback: Jag är en Fri Bloggare « 4 trappor över gården

  124. Pingback: L’ammazza blog non fa paura (a tutti) « Blog Ambientalista

  125. Pingback: Anche Facebook si mobilita contro il Ddl imbavaglia-blog | Web Agency NIC Italia by Marco & Maurizio Nicosia

  126. Pingback: Attenzione: ci riprovano con la leggi Anti-Blog

  127. Pingback: Zombie

  128. Pingback: Il decreto delega anti-blog torna a vivere | Innovando

  129. Pingback: riesumata la norma anti-blog? « lo spigolo

  130. Pingback: Play it again, Levi – 3 anni dopo » :.:.: (il blog di) Daniele Minotti

  131. Pingback: MenteCritica » Sulla Legge “Ammazza-Blog”

  132. Pingback: Levi ci riprova con il ddl sull’editoria e la blogsfera è subito in allarme | Il blog di Luca Lodi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>